Santu Lussurgiu

Cosa vorresti visitare?

Cerca un luogo o qualcos'altro di tuo interesse in Sardegna...

Santu Lussurgiu

SANTU LUSSURGIU

A 500 metri di altitudine, sul versante orientale del Montiferru, Santu Lussurgiu si stende ad anfiteatro sul bordo di un cratere vulcanico circondato da uliveti.

Il suo affascinante centro storico è caratterizzato da suggestive stradine in salita e piccole piazzette su cui si affacciano le belle case in pietra a torre (sviluppate in più piani), dagli intonaci di colori vivaci che vanno dal rosso vinaccia al giallo zafferano. Architravi in pietra e balconi in ferro battuto completano l’opera.

In via Roma, in una casa padronale del XVIII secolo, si aprono le 11 stanze del Museo della Tecnologia contadina: Grazie all’artefice della raccolta “Su mastru Salis”, Maestro Salis, che in venti anni ha raccolto più di 2000 oggetti appartenuti alla civiltà e alla tradizione del paese è possibile visitare il museo e fare un interessante viaggio indietro  nel tempo. Le sale mostrano gli oggetti di uso comune nella vita dei contadini, dai pastori e dai carbonai che lavoravano ai piedi del Montiferru. Particolarmente interessanti la sezione della filatura e della tessitura, la cucina e la sezione dei mestieri con un insolito ellissografo.

La stanza del vino mostra la  gualchiera, lo strumento preindustriale utilizzato per ammorbidire e infeltrire il tessuto.

Nella parte alta del paese si trova la chiesa di Santa Maria degli Angeli, che conserva al suo interno un bell’altare di legno intagliato. In paese esistono ancora artigiani specializzati nella fabbricazione dei coltelli o nei finimenti per cavalli (morse, selle e stivali di cuoio). A Carnevale la strada posta di fronte al museo, chiamata “Sa Carrela ’e Nanti”, è teatro di una sfrenata corsa a pariglia di cavalli guidati da cavalieri in costume.

SAN LEONARDO.

A pochi chilometri dal paese un bosco di pini, lecci e querce circonda il paesino di San Leonardo de Siete Fuentes, famoso per la presenza di sette sorgenti dalle acque radioattive e diuretiche che sgorgano da sette fontanelle a temperatura costante di 11 gradi. I sette ruscelli attraversano un boschetto meta di scampagnate domenicali.

Al centro dell’abitato si trova la piccola chiesa di San Leonardo appartenuta ai Cavalieri di Malta. In trachite scura, è stata costruita nel XII secolo ma l’aspetto attuale romanico-gotico è dovuto a una ristrutturazione del secolo successivo. L’interno, a navata unica, conserva le insegne della Congregazione. Di fronte alla chiesa c’è una piccola biblioteca comunale. All’inizio di giugno, San Leonardo ospita una fiera di cavalli da sella.

 

Tags

LEAVE A COMMENT

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.